10 storie di Philip K. Dick che non sono film, ma dovrebbero esserlo

10 storie di Philip K. Dick che non sono film, ma dovrebbero esserlo

Miniera d’oro per gli sceneggiatori, Philip K. Dick ha almeno 10 storie che non sono ancora diventate film, o serie tv. Vediamole

di Gabriele Ferraresi

Philip K. Dick prima o poi ce ne renderemo conto, è tra i cinque scrittori più importanti del secolo scorso, almeno. Nato nel 1928, morto nel 1982, Dick è stato un visionario prima di tutto in senso metaforico, poi anche in senso letterale – sì, “Unico autentico visionario in una moltitudine di cialtroni” diceva di lui Stanislaw Lem, e visionario nel senso della visione che ebbe il 20 febbraio del 1974 – ed è stato e rimane ancora oggi una miniera d’oro per il cinema.

Pensiamo al celebrato Blade Runner, pensiamo poi a Minority Report, ad Atto di Forza, e anche a serie tv, come The Man in the High Castle, ispirata a La Svastica sul Sole, e tantissime altre produzioni che hanno portato sul grande e piccolo schermo i suoi sogni e i suoi incubi, il suo giocare da campione con i piani della realtà e dell’illusione, i suoi mondi infiniti, anche se con risultati finali qualitativamente alterni.

La produzione letteraria di Dick è vastissima: straordinariamente prolifico, uomo dotato di una fantasia incredibile, con una capacità di immaginare mondi sovrumana – c’è più genio in tre pagine prese a caso di Dick che in tutto quello che scriverò finché campo – fenomenale forse più nel costruire racconti brevi che nel costruire romanzi, genere quest’ultimo con cui non si trovava del tutto a suo agio. Creandoci comunque capolavori della letteratura, ben inteso: chissà se ci si fosse trovato bene…

Sorgente: 10 storie di Philip K. Dick che non sono film, ma dovrebbero esserlo

Visite: 109

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

18 + 20 =