Gomorra, altra condanna per Saviano

Gomorra, altra condanna per Saviano: diffamazione di Enzo Boccolato

Confermata in appello la condanna a Roberto Saviano per diffamazione di Enzo Boccolato in ‘Gomorra’. Non è la prima sconfitta giudiziaria dello scrittore

Aggiunto da Francesco Guarino

Roberto-Saviano-gomorra-diffamazione-enzo-boccolato-condannato

Roberto Saviano (iljournal.it)

Il successo della seria tv Gomorra non scalfisce il giudizio dei tribunali. Roberto Saviano è stato condannato per diffamazione anche dalla Corte d’Appello di Milano: confermata la sentenza di primo grado a favore di Enzo Boccolato, che dovrà essere risarcito dallo scrittore e dalla Arnoldo Mondadori Editore con 30 mila euro. Il dispositivo della sentenza recita quanto segue: «Le affermazioni riportate nel libro sono oggettivamente offensive e non è stata provata la verità della notizia, in modo suggestivo emergente dalle frasi del testo pubblicato».

ACCOSTATO BOCCOLATO A CLAN LA TORRE – A pagina 291 della versione originale di Gomorra, Roberto Saviano parla di Enzo Boccolato, tirandolo in ballo in merito ad attività illegittime del clan La Torre. La Corte ha riconosciuto ”il contenuto diffamatorio in danno” di Enzo Boccolato, difeso dai legali Alessandro Santoro, Sandra Salvigni e Daniela Mirabile, a causa “dell’accostamento tra dati tratti dalle dichiarazioni di Piccirillo”, un collaboratore di giustizia, “e considerazioni dell’autore, circa il coinvolgimento di Boccolato nelle attività illecite del clan La Torre”.

Roberto Saviano già dopo la sentenza di primo grado aveva preso posizione sulla decisione del tribunale, ribadendo quanto scritto e pubblicato in Gomorra:«Esiste un decreto del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che parla del ”carattere ambiguo” delle conversazioni intercettate tra Enzo Boccolato e i La Torre, nonché dei “frequenti viaggi all’estero compiuti o da compiersi da parte del Boccolato, detto Enzuccio”. Il mio lavoro è raccontare e analizzare ciò che accade. Boccolato ha avuto ragione al primo grado del processo civile, ma sono convinto di quanto ho scritto e continuerò a raccontare il potere del clan La Torre senza temere cause e condanne. Difenderò le mie parole in Appello. Difenderò le mie parole sempre».

Continua a leggere… Gomorra, altra condanna per Saviano: diffamazione di Enzo Boccolato

Visite: 310

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

cinque × cinque =