Lettori che non possono leggere: 13 milioni di italiani vivono in comuni senza librerie

Lettori che non possono leggere: 13 milioni di italiani vivono in comuni senza librerie

I luoghi centrali per la fruizione dei libri restano, a prescindere dall’incremento di vendite dei siti online, biblioteche e librerie.

di Francesco Giubilei

Persi nel dibattito politico prima sul referendum costituzionale poi sulla costituzione del nuovo governo, dimentichiamo le priorità e le carenze dei singoli settori strategici del nostro paese. Nonostante, numeri alla mano, la cultura non sia considerata in Italia dai governi e dalle istituzioni una priorità, dal canto nostro ci ostiniamo a giudicare il patrimonio culturale, l’editoria, l’arte, la musica e il cinema settori imprescindibili e centrali nella società. Lo strumento primario di diffusione della cultura rimane, nonostante le nuove tecnologie e un mondo sempre più distratto e superficiale, il libro. E i luoghi centrali per la fruizione dei libri restano, a prescindere dall’incremento di vendite dei siti online, biblioteche e librerie.

Le librerie, oltre ad essere un luogo di vendita e commercio, rappresentano un presidio sociale, un luogo di confronto, scambio di opinioni, consigli e perciò di libertà. Nel momento in cui chiude una libreria non è solo il tessuto urbano delle città a impoverirsi – come avviene purtroppo ogni qualvolta chiude un esercizio commerciale – ma viene meno la vivacità culturale di tutta la cittadinanza.

In un paese dove solo il 42% della popolazione ha letto un libro nell’ultimo anno, le librerie dovrebbero svolgere una funzione centrale per la diffusione della lettura favorendo incontri, presentazioni, iniziative culturale e contribuendo ad arricchire la vita della comunità.

Per questo motivo i dati emersi dalla ricerca curata da Giovanni Peresson per l’Associazione Italiana Editori sono allarmanti: 13 milioni di italiani vivono in paesi o cittadine senza librerie. Il 21% della popolazione che risiede in comuni con più di 10mila abitanti (687 comuni) non ha la possibilità di acquistare libri in una libreria.

Sorgente: Lettori che non possono leggere: 13 milioni di italiani vivono in comuni senza librerie – Cultora, Cultora

Visite: 115

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

undici − cinque =