Lo Steampunk ucciderà l’Ikea?

Lo Steampunk ucciderà l’Ikea?

Dalle passerelle della moda ai grandi centri commerciali, ciò che un tempo era una tendenza per cosplayer oggi contamina la nostra quotidianità

di Emanuela Valentini

Come sarebbe stato il passato se il futuro fosse accaduto prima? Questa è la frase più impiegata oggi per definire la cultura Steampunk, deriva letteraria della retrofantascienza che mescola tecnologie anacronistiche in contesti storici per lo più ottocenteschi o subito precedenti (il periodo di riferimento è quello della Rivoluzione industriale inglese con l’avvio della tecnologia a vapore).

Per quanto esistesse già come realtà letteraria sebbene non avesse un nome (il termine è di recentissimo conio, fine anni Ottanta, estratto dalla più moderna costola del Cyberpunk), lo Steampunk, negli ultimi tempi, complici film fortemente ispirati, è saltato alla ribalta un po’ su tutti i fronti.

Da La leggenda degli uomini straordinari (2003) a Hugo Cabret (2011) passando per Van Helsing (2004) e Sherlock Holmes (2011) fino ad arrivare a Crimson Peak, l’ultimo lavoro di Guillermo del Toro, le ambientazioni romantico-vittoriane o western appartenute ai romanzi classici di Verne, Dickens, Orwell e Salgari sono uscite dall’immaginario per entrare a fare parte della nostra vita quotidiana.

Sorgente: Lo Steampunk ucciderà l’Ikea? – Wired

Visite: 283

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

5 × uno =