Cari genitori, non protestate se i vostri figli non finiscono nella “sezione migliore” (o con i loro amici)

Cari genitori, non protestate se i vostri figli non finiscono nella “sezione migliore” (o con i loro amici) Come ogni anno, all’inizio della scuola (in particolare alle Medie), ci sono cose che mandano in tilt i genitori. Fra le più comuni c’è lo scoprire che il figlio non è stato …

Continua a leggere

In Toscana una scuola diventa modello di integrazione

Viaggio nell’istituto alla periferia del capoluogo toscano che ha il 49% di iscritti «non italiani» ed è diventato negli anni un modello di integrazione. «La nostra ricetta? Valorizzare la ricchezza delle culture di cui ciascun alunno è portatore» di Sara Piccolo Mentre le famiglie italiane, la politica e i media …

Continua a leggere

I bambini amati diventano adulti che sanno amare

Bambini: Le nostre prime esperienze con il mondo segnano il nostro sviluppo emotivo. Durante l’infanzia, si intreccia una rete che connetterà la nostra mente e il nostro corpo, fattore che determinerà in gran parte lo sviluppo della capacità di provare sentimenti ed amare. In questo senso, la nostra crescita emotiva …

Continua a leggere

Imparare la matematica nell’orto della scuola

Nadra Kareem Nittle, The Atlantic, Stati Uniti Imparare la matematica nell’orto della scuola Una mattina di quest’autunno una maestra della scuola elementare Los Cerritos di Long Beach, in California, ha detto ai bambini che avrebbe spiegato il concetto di approssimazione mettendolo in pratica. Un bambino ha alzato subito la mano …

Continua a leggere

Daniel Pennac – Il bravo insegnante è un drammaturgo

Intervista a Daniel Pennac – Leggiamo perché fuori piove di Luisa Gerini Una lezione di ignoranza si apre con il ricordo degli “indimenticati”, quei professori che hanno saputo fare la differenza nel suo travagliato percorso scolastico perché capaci di trasmettere curiosità e conoscenza. Perché i passeur sono così importanti nella …

Continua a leggere

Lavoro: a Milano ho fatto il salto di qualità

Lavoro: Alessia Berti, milanese classe 1978, ha trascorso quattro anni nella capitale inglese, dove lavorava in un’azienda di moda. “Mi hanno fatto crescere, era stimolante. Ma ero stanca di dipendere da qualcun altro, volevo costruire qualcosa di mio”. Così è tornata in Italia e col fidanzato ha aperto una scuola …

Continua a leggere