Una scuola senza voti (e senza maestri)

Una scuola senza voti (e senza maestri) di Emiliano Sbaraglia In un recente articolo che racconta la storia di una scuola quasi unica nel suo genere, realizzata in Svizzera nel 1983 e tuttora in funzione, tanti sono gli spunti per riflettere sul mondo dell’insegnamento così come sinora è stato sempre …

Continua a leggere

Ai nostri bambini piace leggere in digitale?

Ai nostri bambini piace leggere in digitale? Il libro di carta vince ancora, anche se le pubblicazioni digitali guadagnano terreno nel cuore del piccoli lettori. La carta infatti rappresenta lo strumento privilegiato per far crescere nei più piccoli l’immaginazione e la fantasia, oltre che avvicinarli a quelle esperienze sensoriali come …

Continua a leggere

Maestro di alunni (e di maestri) nella scuola come palestra di libertà

Maestro di alunni (e di maestri) nella scuola come palestra di libertà (20/3/2014) Eugenio Manca In un paese dalla memoria corta, è da temere che il nome di Mario Lodi resti nella mente di pochi. Ha scritto testi fondamentali, ricorre nei manuali di pedagogia, rimanda all’esperienza di intere generazioni di …

Continua a leggere

Twitteratura, “a scuola smontiamo Manzoni in 140 battute”

Twitteratura, “a scuola smontiamo Manzoni in 140 battute” La didattica toscana è pioniera in Italia nella moda di incrociare classici e cinguettii. I ragazzi sono invitati a commentare e spiegare, perfino a fare parodie di grandi opere letterarie. La community italiana sbarca da oggi al Twitter Fiction Festival, evento mondiale …

Continua a leggere

Le ragazze corrono, i ragazzi arrancano

Le ragazze corrono, i ragazzi arrancano di Marco Lodoli Nonostante i grandi progressi degli ultimi cinquant’anni, le donne del nostro paese ancora non hanno ottenuto una reale parità: gli uomini occupano quasi tutti i posti di potere, nella politica e nelle aziende, fanno carriera prima, hanno stipendi migliori, comandano, mentre …

Continua a leggere

Italiano: istruzioni agli insegnanti

Italiano: istruzioni agli insegnanti Il governo Renzi investirà nella scuola. Benissimo. Inizierà a farlo stanziando fondi per l’edilizia scolastica. Ri-benissimo (e senza ironia; ci sono classi in cui si deve entrare con l’elmetto, per caduta calcinacci). Fortunatamente, alla luce dei brillantissimi risultati fin qui conseguiti (siamo ultimi o giù di lì …

Continua a leggere